www.comune.bronte.ct.it 

 

UFFICIO ACQUEDOTTO
 ASSESSORE: Mario Bonsignore (mario.bonsignore@comune.bronte.ct.it) f1
 DIRIGENTE: Dott. Pietro Caraci
 SEDE: Palazzo Municipale piano terra stanza n. 6/7
 TELEFONO: 0957747235 / 243 / 261
 E-MAIL: servizioidrico@comune.bronte.ct.it
 RICEVIMENTO AL PUBBLICO:
 lunedi, mercoledi e venerdi dalle ore 9.00 alle ore 13.00
 giovedì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.00 alle ore 18.30S

 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL'ACQUEDOTTO COMUNALE E PER LA DISTRIBUZIONE DELL'ACQUA

Testo1
testo2
testo3
testo4

RISPARMIO IDRICO

"L’acqua è il bene comune più prezioso: milioni di persone nel mondo ne sono ancora prive.

Una goccia d’acqua risparmiata oggi diventerà un mare domani a disposizione di tutti"

 

Usa i miscelatori d’aria nei rubinetti

L’uso dei miscelatori d’aria nei rubinetti e nelle docce riduce il consumo d’acqua senza modificare le proprie abitudini. Si arriva a risparmiare quasi la metà dell’acqua utilizzata.

Occhio agli scarichi

Lo sciacquone del water consuma ad ogni getto circa 10 litri d’acqua. Non è però necessario utilizzare sempre questo getto. Per ridurlo è sufficiente porre nella cassetta una bottiglia di plastica da un litro piena d’acqua, priva di etichetta ed ermeticamente chiusa con il tappo, oppure far installare un sistema con doppio pulsante di scarico o regolare il galleggiante dello sciacquone compatibilmente ad una capacità minore di acqua.

Usa l’acqua piovana per il tuo giardino

L’acqua piovana può essere raccolta e incanalata dalla grondaia verso il proprio giardino o in cisterne di raccolta per consentire un utilizzo successivo. L’acqua piovana è gratuita, usarla con razionalità equivale a risparmiare l’acqua degli acquedotti e molti euro sulla bolletta.

Ricicla l’acqua per innaffiare

Le piante del terrazzo possono essere annaffiate anche tramite l’acqua già usata per lavare frutta e verdura. E’ sufficiente raccogliere l’acqua in una bacinella nel lavabo ed utilizzarla dopo aver sciacquato la verdura.

Verifica la presenza di perdite

Controlla periodicamente lo stato dell’impianto idrico di casa. E’ sufficiente controllare il contatore dell’acqua nel momento in cui tutti i rubinetti sono chiusi. Se continua a girare è probabile che ci sia una perdita nell’impianto. Chiama un idraulico prima che la perdita peggiori o danneggi le proprietà dei vostri vicini.

Meglio la doccia: risparmi fino al 50%

Per riempire una vasca sono necessari 100 litri d’acqua mentre per una doccia il consumo d’acqua è pari circa alla metà.

Lavati i denti in modo ecologico

Non lasciare il rubinetto aperto quando ti lavi i denti. E’ sufficiente utilizzare il getto d’acqua soltanto due volte: inizialmente sullo spazzolino e successivamente per risciacquare lo spazzolino.

La rasatura ecologica

Evita di lasciare il rubinetto aperto per pulire il rasoio e mentre ti radi. Chiudi  il tappo del lavabo e riempilo d’acqua fino alla metà per utilizzarla nel risciacquo del rasoio di volta in volta, oppure usa una piccola bacinella.

Chiudi il rubinetto quando ti insaponi le mani

Per lavarsi le mani è inutile tenere sempre aperto il getto d’acqua.  Apri il rubinetto una prima volta per bagnare le mani e il sapone, poi richiuderlo. Dopo aver insaponato le mani, per 1-2 minuti, riapri il getto d’acqua solo per risciacquarle. Il risparmio d’acqua è assicurato, si tratta solo di modificare qualche piccola abitudine.

Usa la lavatrice e la lavastoviglie a pieno carico

Questi elettrodomestici hanno consumi di acqua indipendenti dal carico. Usali solo dopo averli caricati fino al massimo della capacità, per economizzare sui consumi di acqua e di energia. Se non hai a casa una lavastoviglie, puoi lavare piatti e posate con una una vaschetta dove porre le stoviglie per insaponarle e utilizzare un debole getto d’acqua soltanto alla fine per risciacquarle.

COME LEGGERE IL CONTATORE
Tipo A – Contatori a lettura diretta
La lettura è indicata in numeri (i decimali generalmente non vengono letti). In alcune marche di contatori a lettura diretta, sono indicati in numeri anche i primi decimali, evidenziati dal colore rosso e separati dalla virgola dai numeri interi. In tal caso, l’ultima cifra (di colore rosso) non deve essere presa in considerazione. Nell’esempio il contatore segna m³ 17590, la lettura è data solo dai numeri riportati nel rettangolo orizzontale, le eventuali cifre decimali non vanno prese in considerazione.
Tipo B – Contatori a lancette
I numeri interi sono indicati in nero, mentre i decimali in rosso. Sotto ogni quadrante è indicato il numero per il quale moltiplicare il valore indicato dalla lancetta (es. x 10 oppure x 1). Ogni quadrante funziona in modo molto simile ad un orologio per cui la lancetta si posiziona esattamente su di un numero solo se la lancetta del quadrante che lo precede si trova sullo zero; altrimenti, la lancetta seguirà il numero di uno spazio proporzionale a quanto segnato dalla lancetta del quadrante che lo precede. Nell’esempio il contatore segna m³ 3886, la lettura è data solo dai numeri interi, partendo dalla lancetta in basso a sinistra: 

3: la lancetta ha già passato il 3 ma non ha ancora raggiunto il 4, infatti la lancetta del quadrante x100 segna quasi 9; non ha cioè completato l'intero giro che le occorre per far passare questo quadrante al numero successivo. La lettura è quindi 3 che, moltiplicato x1.000, come indicato sotto al quadrante, dà come risultato 3.000. 

8: il 9 non è stato raggiunto, infatti il quadrante x10 segna 8. La lettura è quindi 8x100=800. 

8: il 9 non è stato raggiunto, infatti il quadrante x1 segna 6. La lettura è quindi 8x10=80. 

6: il 6 è passato da pochissimo, infatti il quadrante x0,1 segna 1. La lettura è, quindi, 6x1=6
DOMANDE FREQUENTI
Cosa devo fare per richiedere un nuovo contratto?
Compilare modulo richiesta sopralluogo e consegnarlo presso in nostri uffici che provvederanno a prendere un appuntamento con un nostro tecnico
Sono subentrato in un appartamento: come posso cambiare i dati del contratto?
Non è possibile cambiare il solo nominativo bensì occorre cessare la vecchia utenza e registrarne una nuova
Come posso interrompere il servizio di erogazione acqua?
A mezzo raccomandata o compilando l’apposito modulo  e consegnandolo presso i nostri uffici. E' importante comunicare l’ultima lettura del contatore e l’ultima bolletta pagata al fine di poter cessare la fornitura
Ho smarrito la fattura e la bolletta: come posso pagare?
Può richiedere l’importo, anche telefonicamente, presso i nostri uffici e saldare tramite i soliti canali di pagamento
Ho l’addebito della bolletta sul mio conto, ma adesso sto cambiando banca: cosa devo fare per dirottare il pagamento sul nuovo conto?
E’ possibile variare le proprie coordinate bancarie. E’, però, necessario revocare la RID presso la banca dove è domiciliato il pagamento dell’utenza e compilare il nuovo modulo RID che dovrà essere lavorato dal nuovo istituto bancario. Quindi, dovrà trasmetterci, anche a mezzo fax, copia dell’avvenuta revoca e del nuovo modulo timbrato dal nuovo istituto bancario
Come fare per richiedere la verifica del contatore?
Può richiederla telefonando presso i nostri uffici o inoltrando un reclamo tramite e-mail o via fax
Ho ricevuto una fattura con un importo eccessivo rispetto ai miei standard: cosa è successo?
In casi come questo è importante chiedere una verifica di lettura


MODULISTICA

Comunicazione dei dati catastali identificativi dell'immobile presso cui è attivata l'utenza acqua
Domanda per concessione nuova utenza acqua
Disdetta del contratto di concessione di acqua potabile
Richiesta di sopralluogo tecnico per concessione acqua potabile (allegato D)
Delega per la stipula del contratto di concessione di acqua potabile (allegato F)
Voltura del contratto di concessione di acqua potabile (allegato G)
Dichiarazione sostitutiva di atto notorio